App utili per sopravvivere in Cina [NonSoloBacchette@HubItaliaCina]

App utili per sopravvivere in Cina [NonSoloBacchette@HubItaliaCina]

Ci sono piaciute sin dall’inizio!

Sono Silvia Conticelli, Alessia Rezzano, Margherita Maestripieri, Rachele Rosina e Barbara Violato, in un solo termine le avventurose ragazze di Non Solo Bacchette:

“Un progetto che realizza il nostro sogno di mettere a disposizione di tutti la nostra passione per la Cina. Il blog vuole essere per il lettore una porta di accesso ad un Paese che a noi tutte ha dato molto, in termini umani, culturali e di vita. Condividendo le nostre esperienze puntiamo non solo a far conoscere questo Paese a chi ne è semplicemente affascinato, ma anche a fornire informazioni pratiche a chi si appresta ad esplorare in prima persona la terra del Dragone per i motivi più disparati, dallo studio al puro e semplice interesse.”

Grintose e Millenials ( seguitele su Instagram! ) ma soprattutto con molto da dire sulla Cina, per noi di Hub Italia Cina, sempre alla ricerca di nuovi Talenti ( iscriviti ad HubTalents! qui ), ci guideranno attraverso il dedalo di informazioni per chi si approccia alla Terra di Mezzo e ha bisogno di una guida per “Sopravvivere” al primo impatto con la Cina!

 

Il Venerdi, solo su #HubBlog!

 

 

Nell’era della modernizzazione e della tecnologia che riconosce i nostri volti, ogni avversità che si è presentata in passato sembra stata essere superata dall’uomo moderno; ancora oggi esiste però un enigma indecifrabile a molti, un pezzo di puzzle mancante, un anello fuori dalla catena. Questo enigma è formato da quattro lettere e si chiama “Cina”.

Oggi grazie ai telegiornali, ai blog e alle informazioni trovate in rete, riusciamo finalmente a dare una definizione a questo nome: sappiamo cos’è, dove si trova, da chi è abitato. Non tutte le informazioni che ci vengono date però hanno un corrispettivo reale, una parte di dati che riceviamo molte volte viene corrotta dagli stereotipi e dalle false credenze popolari.

Per capire la Cina serve, a mio avviso, un occhio più da vicino. Fosse facile mi direte, servono soldi, tempo ma poi soprattutto una volta arrivati sul suolo cinese come è meglio muoversi?

“Technology is the new Superman”, siamo tutti dotati di smartphone, perchè non adoperarli al meglio?

Qui sotto vi citerò e spiegherò le “must have APP” che vi consiglio per vivere in Cina.

  • Wechat: piattaforma che ha varcato ormai i confini cinesi, in tutto il mondo vanta 1 miliardo di iscritti, non è utilizzata solo a livello di messaggistica, si possono effettuare chiamate e video chiamate, inviare una posizione e comunicare la propria posizione in tempo reale ma, soprattutto con l’introduzione del concetto di aggregatore di applicazioni, oggi Wechat serve anche per effettuare pagamenti e addirittura inviare o ricevere soldi da altri utenti. Dato che il governo cinese ha bloccato Whatsapp, Wechat risulta un’ottima piattaforma alternativa.
  • Zhifubao detto anche “Alipay”: è una piattaforma per pagare con il telefonino, è facile, comoda e funziona benissimo. Il primo step in realtà è quello di attivare una carta cinese di una banca a piacere, il mio consiglio è di fare la carta presso la ICBC (Zhongguo gongshang yinhang) perché per attivarla presso la Bank of China è richiesto un visto di durata superiore all’anno, mentre all’ ICBC questo problema non sussiste. Una volta attivata e collegata la carta al telefonino, si può pagare mostrando il codice a barre presente nella propria app, oppure scannerizzando il codice QR del negozio ed inserire successivamente il prezzo da pagare.
  • Baidu Maps: detta anche “la mappa salvavita” è un’ottima alternativa a google maps (dato che quest’ultimo ahimè è censurato), oltre ad essere un ottimo navigatore è anche utile qualora si volesse scegliere di utilizzare l’autobus o la metro, perché segnala la fermata dell’autobus e il lato della strada in cui si trova.
  • Dazhongdianpin: non ha una traduzione in inglese, per essere più precisi però possiamo dire che ricorda molto il nostro “trip advisor” a tutto campo: non solo recensioni ed indicazioni su ristoranti ed alberghi, ma anche palestre, teatri, spettacoli, supermercati e musei.

Inoltre, si può utilizzare questa app direttamente al ristorante per ordinare sul menù virtuale, il più delle volte si possono ottenere grandi sconti.

  • Taobao: questo nome non è nuovo, è una delle applicazioni più quotate ed usate in Cina, una piattaforma stile Amazon dove si possono comprare diversi oggetti: da utensili per la casa a pneumatici da neve per la macchina, da pacchetti per lezioni in palestra a materassi ad acqua. Amazon esiste anche in Cina ma cosa differenzia questi due colossi dello shopping online? Le spedizioni di Taobao sono al 99% gratuite, arrivano nel giro di due massimo cinque giorni, e di norma è veramente economico. Rispetto ad Amazon la consegna è molto più curata, il corriere di norma ti chiama o ti manda un sms per sapere l’orario in cui sarai a casa, se non dovesse trovarti in quel giorno, ripasserà ancora per due volte, alla quarta però il pacco verrà rispedito al mittente.
  • Jingdong: non hai voglia di uscire per fare la spesa? Fa freddo? Sei ammalato? Oppure sei appena andato a comprare e ti sei dimenticato qualcosa? Perché uscire quando puoi fare la spesa comodamente da casa? Jingdong è l’applicazione giusta per tutti coloro che di fatto non hanno più tempo per fare la spesa; di solito, se si ordina tutto prima delle 12, la spesa ordinata arriverà al mattino del giorno dopo. Una volta confermato l’ordine, si seleziona la modalità di pagamento, che può essere wechat o alipay, si conferma ed è fatta.
  • Waimai: applicazione salvavita per chi non avesse voglia, o chi non sapesse del tutto cucinare. Semplicissima da usare, basta digitare il nome della pietanza di cui si ha particolarmente voglia ad esempio “Sushi”, selezionare il ristorante (di solito vengono già preselezionati i ristoranti nella zona in cui ti trovi dall’app stessa), scegliere la modalità di pagamento tramite wechat o alipay, confermare e via! L’attesa di solito è di massimo 30 minuti. Alcuni ristoranti fanno anche consegne d’asporto h24.
  • Ziru: Stai cercando casa e hai paura che l’agenzia abbia troppe commissioni? Oppure hai paura che l’agenzia non capisca bene le tue richieste? Scaricati Ziru! Zi ru ti permette di selezionare la zona di in cui vorresti abitare, il prezzo che vorresti pagare e il numero di stanze all’interno della casa, solo con un click. Una volta selezionata la casa, contatti gli operatori e la prenoti: firmerai tutto online e in un’ora la casa sarà tua, senza spese di commissione.
  • Ctrip: se ami viaggiare in Cina, nel tuo smartphone non può non esserci questa applicazione: ti permette di consultare e prenotare treni, aerei ed alberghi in tutta la Cina. La consiglio personalmente, soprattutto per quanto riguarda la prenotazione degli alberghi perché in passato, prenotando con Booking ho avuto dei problemi di prenotazione, gli alberghi non avevano ricevuto la conferma di prenotazione che però io avevo ricevuto tramite mail,oppure sempre gli alberghi in questione,avevano smesso la collaborazione con Booking, senza comunicarlo al cliente.
  • Ofo-Mobike: avrete già sentito parlare del famoso “Bike Sharing”, ovvero dell’affittoa pagamento di bicicletteda utilizzare pertempi brevi? In Cina è diventato una vera e propria moda, anche perché la novità del Bike Sharing cinese sta nella super comodità di poter parcheggiare la bici ovunque.Avete capito bene, potete letteralmente lasciarla ovunque, dalle strisce pedonali, a davanti a dei ponti, oppure anche davanti a casa vostra. Questo ha creato dei disagi nel traffico cinese, infatti il governo ha persino promosso degli emendamenti contro la questione “parcheggiare dove si vuole”, questo però non ha ancora fermato il fenomeno presente oramai in tutta la Cina. Potete scaricare l’applicazione delle Ofo bike (le biciclette gialle) oppure l’applicazione della Mobike (le biciclette arancioni), in entrambe le applicazioni è presente una cauzione da pagare obbligatoriamente, sia tramite wechat che alipay, una volta pagato basta trovare una bicicletta, scannerizzare con il proprio cellulare il codice QR presente su di essa, inserire il codice ricevuto nel lucchetto della bici e…pedalare!!
  • QQmusic: se siete appassionati di musica e non volete spendere manco un centesimo vi consiglio di scaricarvi l’applicazione QQmusic, si deve effettuare l’accesso tramite wechat, si seleziona l’artista o il brano che si vuole ascoltare e il gioco è fatto.
  • Dangdang può essere considerato un sottoinsieme di Taobao, gli unici prodotti che vende sul sito però sono libri. Libri per bambini, per adolescenti, adulti, libri di letteratura, di testo, grammatica, lingue straniere, insomma libri, libri ed ancora libri! La consegna è pressoché immediata, di solito il giorno dopo aver ordinato, il libro arriva direttamente a casa. Dang dang ha anche una piattaforma stile “Ebook” dove puoi comprare i libri online e leggerli direttamente dal tuo telefonino, questa applicazione si chiama DangDang yun yuedu.
  • Meituxiuxiu: per gli animi un po’ più civettuoli, esiste l’applicazione che modifica le foto tutta cinese, si chiama mei tu xiuxiu, oltre a i diversi stili che possiede dal bianco e nero al seppia, ha anche numerose funzioni per sbiancare la pelle, allargare gli occhi e ridurre la pancia. Da provare una volta anche solo per divertirsi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Collaborazioni?

Domande?

Curiosità su questa/le prossime puntate ?

 

Scrivici a info@hubitalicina.com

 

Non sei ancora Socio HUB ? non dimenticare di …

 

 

 

Welcom Home Hubbers!

Leave your thoughts